Gli Zaetì o Zaletti: la ricetta dei biscotti veneti


Zaetì

Gli Zaletti o Zaetì sono biscotti di tradizione Veneta.

Nacquero nelle provincie friuliane e venivano preparati dai contadini con i pochi ingredienti che avevano a disposizione, tra cui la farina di mais, prodotta proprio in queste zone. Stesso questa farina conferisce, ai biscotti, un colore giallo, da cui prendono anche il nome. Può essere tradotto letteralmente con “gialletti”.
I valligiani scendevano fino a Venezia a vendere i loro prodotti, e quindi anche questi biscotti, si sono poi diffusi nella provincia di Treviso, dove, già a inizio secolo, erano presenti nella tradizione culinaria, e nella provincia di Padova, dove vengono prodotti aggiungendo le giuggiole dei Colli Euganei. Ancora oggi non si chiude un pranzo o una cena senza inzuppare un zaeto nel vino.

 

 

Zaetì

INGREDIENTI:

  • 300g di farina di mais
  • 200g di farina 00
  • 150g di zucchero
  • 1 uovo
  • 1/2 bustina di lievito
  • 100g di burro
  • 100g di uvetta

Preparazione:

Iniziamo con l’ammorbidire l’uvetta in acqua tiepida. In una ciotola montare l’uovo con lo zucchero. In un altro recipiente setacciate le due farine con il lievito. Unite la farina al composto con uova e zucchero, aggiungendo il burro fuso e l’uvetta. Impastate, con le mani. Una volta che l’impasto sarà compatto, dategli una forma allungata e tagliate delle fette, non troppo sottili. Disponete su carta forno e infornate a 180° per 20 minuti circa.

ZaetìQuesta ricetta dei Zaetì partecipa all’iniziativa della  Fondazione Oltre il Labirinto per ricordare il 2 aprile, Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo.

 

Articoli consigliati