Home Food Cheesecake
Cheesecake

Cheesecake

0

cheesecake

La Cheesecake è una torta tipica dei paesi anglofoni, molto ricca e composta da un guscio di biscotti e burro riempito con crema al formaggio.

Ne esistono versioni sia cotte in forno che fredde. La decorazione di questa torta da massima libertà alla fantasia: frutta, marmellate, cioccolato oppure aromatizzata al caffè, al limone, al cocco.

Qui trovate la ricetta base della cheesecake cotta alla vaniglia. Il formaggio usato non è il classico spalmabile della nota marca, ma un insieme di formaggi tipici della nostra tradizione (ricotta e robiole) e della creme freiche (sostituibile con dello yogurt greco intero), che danno un risultato ancora più cremoso e sicuramente più gustoso.

IMG_3051

 

Ingredienti:
crust:
– 250 gr di biscotti secchi (meglio digestive)
– 80 gr di burro
– un pizzico di sale

filling:
– 500 gr di ricotta setacciata
– 200 gr di robiola
– 150 gr di creme freiche, panna acida oppure yogurt greco
– 150 ml di panna fresca
– 4 uova
– 200 gr di zucchero di canna
– 30 gr di fecola
– vaniglia

Procedimento:

Frullare i biscotti finemente, aggiungere il burro fuso e il sale e mescolare bene. Dovrete ottenere la consistenza della sabbia bagnata.
Imburrare una teglia del diametro di 20 cm, foderarla con della carta forno e versare il composto. Usando le mani, pressare molto bene sulla base e sulle pareti, in modo da formare il guscio che conterrà la cheesecake.

Accendere il forno a 160° e infornare la tortiera. Mentre prepareremo il ripieno il guscio si stabilizzerà mentre il forno si scalda.

Setacciare la ricotta, amalgamarvi insieme la robiola. la creme freiche e la panna.
Sbattere leggermente le uova e unirle all’impasto, con lo zucchero, la fecola e la vaniglia.
Mescolare bene e riempire il guscio.

Tirar fuori la tortiera dal forno, versarvi il ripieno e infornare nuovamente. Cuocere per 1 ora, fino a quando non sarà rappreso (non dovrà essere compatto, scuotendo la tortiera il centro dovrà muoversi un po’).
Far raffreddare in forno, per poi lasciarlo in frigorifero tutta la notte.

Ti è piaciuto? condividilo!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *